Lo “stile civico marsigliese”

italiano I documenti censiti del XII secolo non sono numericamente rilevanti – almeno in rapporto a quelli dell’XI -, dato che complessivaente toccano a malapena il centinaio, ma la distribuzione relativa nelle scansioni adottate risulta comunque omogenea. Dalla tabella e dal grafico si percepice un chiaro mutamento verso la metà degli anni ’60, quando comincia a delinearsi da un lato un uso sempre più sistematico dello stile pisano e parallelamente (e logicamente) il venir meno della datazione con l’incarnazione volgare. Lo stile pisano diventa quindi esclusivo a Marsiglia nell’ultimo ventennio del secolo, trasformandosi in un vero e proprio «uso civico» nel sistema di datazione dei documenti, che si mantenne fino al primo ventennio del secolo successivo .

anni

n° documenti

senza indica-zioni cronologiche

stile incarnazione non verificabile

stile pisano

stile fioren-tino

st. pisano/inc. volgare

st. fiorentino /inc. volgare

ipotesi uso inc. volgare

1100-1119

19

4

8

5

2

7

1120-1139

12

2

5

1

4

5

1140-1159

22

1

13

3

5

5

1160-1179

23

0

15

4

1

2

1

3

1180-1199

23

17

6

XII


Enrica Salvatori

Vedere Crediti Voir Crédits

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *